Istituto Comprensivo Tommaso Grossi > Circolari ATA > DECRETO-LEGGE 8 APRILE 2020, N. 22 MISURE URGENTI SULLA REGOLARE CONCLUSIONE E L’ORDINATO AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO E SULLO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI STATO
Ultima modifica: 9 aprile 2020

DECRETO-LEGGE 8 APRILE 2020, N. 22 MISURE URGENTI SULLA REGOLARE CONCLUSIONE E L’ORDINATO AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO E SULLO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI STATO

Il Decreto legge n. 22, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 93 dell’8 aprile 2020 e in vigore da oggi, 9 aprile 2020, prevede che il Ministero dell’Istruzione, con una o più ordinanze,  possa adottare, per l’anno scolastico 2019/2020, specifiche misure su:

  • la valutazione degli alunni;
  • lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi del primo e del secondo ciclo di istruzione;
  • le strategie e le modalità dell’eventuale integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/2020 nel corso dell’anno scolastico successivo, a decorrere dal 1° di settembre 2020, quale attività didattica ordinaria, tenendo conto delle specifiche necessita’ degli alunni delle classi prime e intermedie di tutti i cicli di istruzione.

Nel caso in cui l’attività didattica delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione riprenda in presenza entro il 18 maggio 2020 e sia consentito lo svolgimento di esami in presenza, le ordinanze di riguarderanno:

a) i requisiti di ammissione alla classe successiva per le scuole secondarie, tenuto conto del possibile recupero degli apprendimenti e comunque del processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta;

b) le prove dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, anche prevedendo l’eliminazione di una o più di esse e rimodulando le modalità di attribuzione del voto finale, con specifiche disposizioni per i candidati privatisti, salvaguardando l’omogeneità di svolgimento rispetto all’esame dei candidati interni;

Nel caso in cui l’attività didattica in presenza delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione non riprenda entro il 18 maggio 2020 ovvero per ragioni sanitarie non possano svolgersi esami in presenza,  le ordinanze disciplineranno:

a) le modalità, anche telematiche, della valutazione finale degli alunni, ivi compresi gli scrutini finali,

b) la sostituzione dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione con la valutazione finale da parte del consiglio di classe che tenga anche conto di un elaborato del candidato, come definito dalla stessa ordinanza, le modalità e i criteri per l’attribuzione del voto finale, con specifiche disposizioni per i candidati privatisti, salvaguardando l’omogeneità di svolgimento rispetto all’esame dei candidati interni.

Quindi, al momento, non abbiamo ancora alcuna notizia certa

  • sulla data di eventuale rientro a scuola con conseguente ripresa delle attività didattiche in presenza;
  • su come dovremo valutare gli alunni al termine dell’anno scolastico;
  • su come si svolgeranno gli scrutini e gli esami.

DOBBIAMO ATTENDERE LE RELATIVE ORDINANZE.

Decreto Legge n.22 dell’8 aprile 2020