Istituto Comprensivo Tommaso Grossi > Circolari ATA > DECRETO LEGGE N. 22 DELL’8 APRILE 2020 – COSA PREVEDE
Ultima modifica: 10 aprile 2020

DECRETO LEGGE N. 22 DELL’8 APRILE 2020 – COSA PREVEDE

Si annunciano una o più ordinanze del Ministro dell’istruzione, valide esclusivamente per l’anno scolastico 2019/2020.

Viene fissata una data, 18 Maggio 2020 (sparti acque), dalla quale si ipotizzano specifiche disposizioni che le ordinanze dovranno contenere.

Nell’ipotesi che l’attività didattica riprenda in presenza prima del 18 Maggio e sia consentito lo svolgimento di esami in presenza:

  • saranno definiti i requisiti di ammissione alla classe successiva,  tenuto conto del recupero degli apprendimenti e comunque del processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta;
  • per l’esame di licenza media si potrebbe prevedere l’eliminazione di una o più prove e un diverso modo per attribuire il voto finale.

Nell’ipotesi che l’attività didattica non riprenda in presenza prima del 18 Maggio, ovvero per ragioni sanitarie non possano svolgersi esami in presenza:

  • saranno indicate le modalità, anche telematiche, della valutazione finale degli alunni, ivi compresi gli scrutini finali;
  • la valutazione finale, che tenga conto di un elaborato da presentare da parte dell’alunno, prenderebbe il posto dell’esame di licenza media.

 In ogni caso, limitatamente all’ a.s. 2019/2020 ai fini dell’ammissione alla classe successiva e all’esame di Stato si prescinde dal possesso dei seguenti requisiti:

  • Frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato
  • Partecipazione alle prove INVALSI come requisito di ammissione all’esame conclusivo del primo ciclo
  • Partecipazione alle prove INVALSI come requisito di ammissione dei candidati privatisti agli esami di stato primo ciclo

Per tutto l’anno scolastico 2019/2020, sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

 Per l’anno scolastico 2020/2021:

Si confermano (vuol dire che sono valide anche per l’anno scolastico in corso) le disposizioni secondo le quali in corrispondenza della sospensione delle attività didattiche in presenza a seguito dell’emergenza epidemiologica, il personale docente assicura comunque le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione. I Dirigenti Scolastici e il personale ATA sempre in corrispondenza della sospensione delle attività didattiche in presenza, continueranno a svolgere la prestazione lavorativa in modalità di lavoro agile.

Anche per il regolare avvio dell’a.s. 2020/2021 è prevista l’adozione di una o più ordinanze del Ministro dell’istruzione, sentiti il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro per la pubblica amministrazione, adottate, anche in deroga alle disposizioni vigenti, aventi per oggetto misure su:

  • la data di avvio delle lezioni, anche in deroga ai calendari regionali e tenendo conto dell’eventuale necessità di recupero degli apprendimenti quale ordinaria attività didattica
  • l’eventuale conferma, nel caso l’attività didattica non riprendesse in presenza entro il 18 Maggio 2020, per l’a.s. 2020/2021 dei libri di testo adottati nell’a.s. 2019/20.