Istituto Comprensivo Tommaso Grossi > Attività scolastiche > Educare attraverso la musica: Antonio Vivaldi e Le Quattro Stagioni alla scuola secondaria
Ultima modifica: 12 febbraio 2019

Educare attraverso la musica: Antonio Vivaldi e Le Quattro Stagioni alla scuola secondaria

Oggi, 12 febbraio, alla Sala delle Colonne, dell’istituto musicale Rusconi di Rho, le alunne e gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria, hanno assistito ad una lezione speciale di educazione musicale. Attraverso le note dell’opera di Antonio Vivaldi, nota come “Le quattro stagioni”, i nostri ragazzi hanno avuto la possibilità di assistere e comprendere, opportunamente guidati dai loro insegnanti, il valore di questa disciplina e la bellezza maestosa della musica. La musica, infatti, è una forma comunicativa complessa e globale: essa racchiude e veicola un’infinità di significati perché è strettamente legata all’immaginazione e al pensiero, alla corporeità, alla motricità, pertanto collegata con tutta la sfera esistenziale dell’uomo. Qui risiede la sua forza e la sua importanza educativa: attraverso l’esperienza musicale si possono infatti sviluppare competenze corporee, motorie e percettive, come ad esempio la possibilità di conoscere e utilizzare al meglio le proprie capacità sensoriali; competenze affettive e relazionali, come ad esempio la capacità di maturare sicurezza interiore, di ascoltare e interpretare le emozioni dell’altro, di accettare il diverso, di porsi in relazione con il gruppo, di interiorizzare comportamenti civilmente e socialmente responsabili.

Si può favorire lo sviluppo di competenze espressive, comunicative e creative, come la capacità di esprimersi e comunicare con i diversi linguaggi non verbali. Attraverso la musica si possono sviluppare anche competenze cognitive, come il potenziamento, in particolare, delle capacità di analisi e di sintesi, di problematizzare, argomentare, valutare e applicare regole. L’espressione musicale, come disciplina scolastica valorizza una fondamentale capacità: quella che consente una maggiore comprensione della realtà che ci circonda e dei vissuti personali. La nostra scuola secondaria offre da qualche anno il potenziamento musicale, una risorsa educativa-didattica di crescita che vede protagonisti i nostri alunni in vari momenti dell’anno.

Nell’opera di Vivaldi, la musica descrive passo dopo passo l’andamento dei singoli episodi delle stagioni, come il canto degli uccelli, il temporale, la tempesta che si sente avvicinarsi da lontano nella calura estiva per poi scoppiare nel finale in tutta la sua virulenza. I ragazzi della nostra scuola che hanno partecipato a questa iniziativa educativa-culturale sono tornati a casa arricchiti di un’esperienza straordinaria che ricorderanno per molto tempo.

“Ciò che non si può dire, ciò che non si può tacere, lo esprime la musica” (Victor Hugo)